Descrizione

 “Partigiani non si nasce…

si diventa!”

Storia del Partigiano ‘Ntuono                                                                                                   

Racconto in musica

di uno dei tanti giovani

che ha lottato per la nostra libertà

con

“Crêuza de sä Duo”

Vittorio Attanasio, voce e chitarra

Fabrizio Cosmi, chitarra

Una produzione

Associazione Coloriamo@Musica

scritto da Vittorio Attanasio

 

Mi chiamo Antonio, sono nato a Nizza (non del Monferrato, quella in Francia), il 3 dicembre 1920

Mio padre Michele lavorava in un pastificio, faceva uscire dal laboratorio tutti i tipi di pasta e mia mamma Maria lo aiutava nei dolci: babà, sfogliatelle, ricce e la regina dei dolci napoletani… la pastiera!

Ero un bimbo felice, al mattino facevo colazione con cioccolata e croissant, questi ultimi li alternavo ai dolci di mamma e che mamma… La sera, dopo avermi rimboccato le coperte e dopo il bacio della buonanotte di papà mi raccontava delle storie, alcune inventate, altre volte apriva un libro e leggeva…

Uno di questi, che ho portato poi sempre nel mio cuore era il Don Chisciotte… Sognavo Dulcinea e tutte le battaglie di quel pazzo, che tanti, tantissimi anni dopo scoprii che pazzo non era!

La mamma ebbe un solo difetto, o meglio si ammalò di una malattia difficile da curare, fu assalita da un’invincibile malinconia per la sua Napoli e i suoi fratelli…

Non ci fu nulla che papà poté fare se non lasciare il negozio e tornare alla loro terra.

Partimmo che mamma era incinta di cinque mesi…

era di pomeriggio, non ricordo il giorno, l’anno, quello sì… era il 1925