EVA

 

Eva è il titolo che abbiamo voluto dare al nostro
racconto. Eva, la prima donna, una sorta di dea?, che
inizia il suo percorso di consapevolezza nel paradiso
terrestre e, mangiando la mela dell’albero della
conoscenza, si spinge ben oltre l’eden. Eva, tratta
dalla costola di Adamo, osso che ricorda una
semiluna, archetipo della luna, la mente individuale,
esperimento consapevole. Eva, fatta a sua volta di
polvere di cielo, abitando una specie di spazio
meraviglioso o terra di nessuno, si scopre, si
sperimenta, racconta ed omette. E il racconto del
diaro di Eva di Mark Twain, così leggero, attuale,
ironico e primitivo che ci ha spinto a questo.
Mariella Spera